L’ACCADEMIA DI SANTA SOFIA E ANNA TIFU ALL’AUDITORIUM NIEMEYER PER LE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

L’ACCADEMIA DI SANTA SOFIA E ANNA TIFU ALL’AUDITORIUM NIEMEYER PER LE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

Posted by amin | 23 settembre 2021 | Comunicati stampa, FondazioneRavello

Domenica 26 settembre, in occasione delle Giornate europee del Patrimonio, l’Auditorium Oscar Niemeyer riaprirà le porte alla musica e sarà simbolicamente restituito alla Città dopo i lavori di riqualificazione effettuati, con fondi regionali, per il tramite della Fondazione, dall’Amministrazione Comunale di Ravello (368 mila euro il costo dell’intervento iniziato lo scorso aprile). Alle ore 11, sul palco progettato dall’architetto brasiliano, salirà infatti l’Orchestra da camera “Accademia di Santa Sofia” accompagnata da Anna Tifu solista d’eccezione.
Il programma disegnato per il concerto prevede la Ciaccona in Sol minore per violino, archi e basso continuo di Tomaso Antonio Vitali, il Concerto in sol maggiore per archi e basso continuo “Alla rustica”, RV 151 e le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi.
Anna Tifu, ex enfant prodige, già vincitrice del concorso internazionale George Enescu di Bucarest. ha studiato con Salvatore Accardo e si è perfezionata a Parigi. È considerata una delle migliori interpreti della sua generazione. Si è esibita con alcune tra le più prestigiose Orchestre Nazionali e internazionali, collaborando con stelle della musica classica contemporanea come Maxim Vengerov, Ezio Bosso e Michael Nyman. La violinista sarda tornerà a Ravello dopo la sua ultima esibizione al Ravello Festival 2019 suonando un violino di Antonio Stradivari, “Marèchal Berthier” 1716, ex Napoleone, della Fondazione Canale di Milano.
L’orchestra da Camera Accademia di Santa Sofia è una compagnia di eccellenza. La sua stagione concertistica, caso unico in Italia, si struttura contemporaneamente su tre scenari: Roma – Sala Dante Alighieri, Napoli – Teatro Diana e Benevento – Basilica di San Bartolomeo Apostolo.
L’appuntamento rientra in una due giorni organizzata dalla Fondazione Ravello che avrà inizio sabato 25 settembre, con l’apertura straordinaria di Villa Rufolo con biglietto di ingresso a 1 euro, dalle ore 19 alle ore 22 (ultimo ingresso 21.30). Il pubblico avrà così la possibilità di visitare il complesso monumentale e i giardini in un insolito percorso serale.
I partecipanti al concerto del 26 settembre inoltre, per tutta la giornata, potranno accedere gratuitamente a Villa Rufolo.
Le Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), il più partecipato appuntamento culturale europeo, si tiene sabato 25 e domenica 26 settembre nel nome dei valori della coesione e dell’inclusione sociale. “Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!” è il tema di quest’anno che mira, attraverso un ricco programma di iniziative straordinarie nei luoghi della cultura, a sensibilizzare sulla necessità di una partecipazione accessibile al patrimonio culturale abbattendo i muri dell’esclusione delle minoranze e delle differenze che ancora oggi resistono in numerosi ambiti della vita sociale.

Per l’acquisto dei biglietti: 25 settembre alla biglietteria di Villa Rufolo. 26 settembre www.ravellofestival.com. Boxoffice: tel. 089 858422 – boxoffice@ravellofestival.com

Gli hashtag ufficiali per seguire la manifestazione sono: #GEP2021 #patrimonioculturaletuttiinclusi e #EuropeanHeritageDays #EHDs #inclusione #accessibilità

È obbligatorio esibire il Green Pass o certificazione equipollente all’ingresso.

 

Sabato 25 settembre
Villa Rufolo, dalle 19 alle 22
Apertura straordinaria
Biglietto di ingresso € 1

 

Domenica 26 settembre
Auditorium Oscar Niemeyer, ore 11.00
Orchestra da camera “Accademia di Santa Sofia”
Anna Tifu, violino
Musiche di Vivaldi, Vitali
Posto unico € 20

Programma

Antonio Vivaldi
Concerto in sol maggiore per archi e basso continuo “Alla rustica”, RV 151

Tomaso Antonio Vitali
Ciaccona in Sol minore per violino, archi e basso continuo

Antonio Vivaldi
Le Quattro Stagioni, da Il Cimento dell’armonia e dell’inventione

Concerto in mi maggiore per violino e orchestra “La primavera”, op.8 n.1, RV 269
Concerto in sol minore per violino, archi e continuo “L’estate”, op.8 n.2, RV 315
Concerto in fa maggiore per violino, archi e continuo “L’autunno”, op.8 n.3, RV 293
Concerto in fa minore per violino, archi e continuo “L’inverno”, op.8 n.4, RV 297